Il Moralizzatore. Ovvero una triste storia di bipolarismo.

Questa mattina, mentre ancora dormivo, mi è arrivata una richiesta.

“Ho bisogno di essere aggiornato!” Non si trattava di un amico, non si trattava di un amante. Si trattava del mio telefono che, a quanto pare, soffre delle stesse turbe dei miei uomini. E’ un telefono con il mestruo che mi sveglia scassandomi i maroni con lamentele inopportune. Avevo un occhio aperto e uno chiuso. In linea di massima, non avevo intenzione di stare a sentire i suoi rumorini. E l’ho spento. Mi sono tuttavia svegliata. Prima di rimettere a posto i neuroni, ho notato che il gatto stava facendo le fusa a una sedia. Credendo di fargli cosa gradita, mi sono avvicinata per accarezzarlo e mi ha morsa. Temo che anche lui abbia lo stesso problema dei miei uomini e del mio telefono.

Arrivo in ufficio e faccio tutte le mie cose, comprese due chiacchiere con un’amica. Le mie amiche sono una fonte inesauribile di folklore. Non smetterò mai di dirlo. Insomma, faccio un po’ di terapeutico taglia e cuci con S.

Mi ha raccontato di una storia di cui non sapevo nulla. E che, orrore, mette in luce un altro uomo con il mestruo. Il Moralizzatore. C’è infatti una particolare tipologia di uomo che metterebbe a dura prova anche la pazienza di Madre Teresa. Colui che, appena conosciuto, sembra essere veramente irresistibile. Simpatico, carino, con dell’idee all’avanguardia su tutto e con una mentalità veramente aperta. Poi, magari, ci si mette insieme e si scopre che in realtà da quel colabrodo di cranio è uscita tutta la materia grigia e quindi, in effetti, la testa gli serve giusto per separare le orecchie. Prima che si mettessero insieme, ai suoi occhi la mia amica era solare e simpatica. Dopo aver iniziato la relazione, ai suoi occhi di spostato, la mia amica era diventata una cocotte della peggior specie. Dunque, mettendosi nei panni del moralizzatore, lui decide di farla tornare sulla retta via. A suo modesto e insindacabile avviso, lei non avrebbe dovuto: lavorare, uscire la sera (e possibilmente manco il pomeriggio), parlare con le amiche. Ma, soprattutto, sarebbe stato opportuno che si mettesse addosso un sacco di juta per coprirsi a dovere. Sia mai si intravedesse un sordido orecchio. La mia amica, dando prova di incontenibile e giovanile stupidità, cerca di accontentarlo. Rinuncia anche a lavorare nel fine settimana poichè lui le aveva fatto notare che il week end è il momento sacro della coppia. Ovviamente, al primo fine settimana libero di lei, lui aveva cambiato idea e si crogiolava nel dolore del “non possiamo uscire, non c’è nulla da festeggiare”. Riesce a mandarle in rovina tutti i momenti belli che si vivono intorno ai 18/19 anni. Sospetto quasi che fosse in combutta con il Baudelaire dei poveri. Non si conoscevano ma ci sono comunque delle losche somiglianze. Da ultimo, la tradisce. Il motivo ci è sconosciuto ma, del resto, non possiamo aver risposta a tutte le domande. Siete mai riusciti a capire perchè un asino raglia invece di muggire? No. E dunque è inutile cercare di capire perchè il Moralizzatore, dopo aver fatto un carpaccio col le palle della mia amica, l’abbia pure tradita con un’altra che, probabilmente, l’ha mandato a quel paese dopo tre giorni.

Mentre lei mi racconta di questa triste storia, fatta di personalità bipolari e con tendenza al savonarolesimo, sento di nuovo un rumore dal mio telefono che, ancora una volta, mi chiede di essere aggiornato. “Installo il nuovo software?”  Ma installa un po’ quello che ti pare, penso stizzita. Me ne pento subito però perchè, in fondo, il mio telefono una volta aggiornato smetterà di avere il mestruo. I miei uomini, e quelli delle mie amiche, quando decidono di aggiornarsi e di cambiare, bene che va dovrebbero essere inseguiti con una ramazza.

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: