Il Magnanimo. Storie di salvagenti.

“Lui di sicuro l’ha già tradita, vero?” “E’ ovvio. L’ha tradita e quella stupida non se ne è accorta” “Oppure lei lo ha perdonato e lui se ne approfitta.” “Già. Chiaro.”  La mattina è assolutamente necessario darsi delle piccole certezze. Soprattutto dopo che si è state scaricate malamente o se ci si chiede con costanza quale odore nauseabondo si emani, visto che la maggior parte delle persone si tiene a debita distanza di sicurezza. E soprattutto dopo aver dovuto prendere visione di coppiette che su ogni social network pubblicano immagini trasudanti amore, serenità e pace interiore. Maledetta pace interiore. Vorrei anche aggiungere maledette coppiette ma temo che perderei in fair play. Dunque, solo maledetta pace interiore. Dopo quest’endovena di gioia quotidiana, me ne vorrei tornare a casa e rimettermi a letto. Ma, visto che siamo in piena settimana lavorativa, arrivo in ufficio e sbrigo tutte le mie cose. Mentre sorseggio il caffè, apro la posta elettronica e scorro un po’ di messaggi non letti.

Leggo la mail di B. B. è una signorina di cui non so nulla tranne che, pare, sia un’altra catalizzastronzi. In effetti, nella sua mail esordisce proprio in questo modo. Dunque, sicura che mi imbatterò in qualcosa di molto interessante, sprofondo meglio nella sedia, incurante della cifosi che mi verrà da qui a pochi anni.

Grazie a B. vengo a conoscenza di un nuovo tipo di caso umano. Il Magnanimo.

Andiamo con ordine. Avete presente quando iniziate a frequentare un uomo e scoprite, vostro malgrado, che ha una donna? Sono sicura che ce lo avete ben presente. Potrebbe darsi che siate lungimiranti abbastanza da mandarlo al diavolo subito, non appena fatta questa bella scoperta. Ma è molto più plausibile che vi venga in mente che, in fondo, potete continuare a uscirci. Senza impegno. Per vedere come vanno le cose. E quindi vi incatramate in una situazione senza speranza. Perchè voi investite sempre di più in termini di aspettative e sentimenti, lui invece dovrebbe essere investito da un tir. Infatti, non solo continua a uscire con l’altra ma non riesce più a fare a meno di voi. E ve lo dice. Si, vi racconta un sacco di storie su quanto siete importanti, su quanto si sente legato a voi. Gesù, quante stronzate che vi racconta. E voi? Voi ci credete. Perchè questa lustratina all’amor proprio vi fa sentire così bene e perchè, guardiamo in faccia la realtà, noi donne siamo di un’idiozia senza confini. Quando poi ricopriamo il ruolo di amanti, l’idiozia si trasforma in imbecillità pura. Senza se e senza ma. Mal comune.

In ogni caso, non è giusto generalizzare. Io stavo parlando di B. Perchè B., a suo modo, si è redenta. Dopo aver compiuto correttamente tutti i passi dell’Incatramazione Sentimentale, alle 4 del mattino riceve una telefonata. Apro una parentesi. Alle 4 del mattino la gente dorme. Non è gentile far prendere un accidente a una povera cristiana, che presumibilmente ha avuto una giornata pesante, con una telefonata. B. risponde e si trova a fronteggiare una mestruatissima conversazione. Lui la chiama per sfogarsi: ha litigato con l’altra. A fronte dello sconcerto di B., lui decide di essere più chiaro: “Ma come, non capisci? Io chiamo te per sfogarmi. Perchè sei l’unica che mi capisce. L’unica di cui mi fidi. Non sei contenta del fatto che ti dimostri in questo modo quanto ti voglio bene?” Dimmi un po’, che effetto ti ha fatto l’ultima seduta dal lobotomizzatore? Siamo sicuri che è rimasto ancora qualche neurone? B. mi scrive “Pensavo fossero corna, invece era un salvagente.” Un salvagente che l’ha tirata via da quelle mucillagini ioniche in cui stava per sprofondare. Quindi, un monito per tutti. Uomini o donne che siate. Se da amanti diventate pure confidenti dei problemi di una coppia che non vi vede come attori protagonisti, fatevi questo regalo. Regalate al vostro amante un biglietto di sola andata. Direzione Fanculo.

Un caro saluto a tutte le amanti del circondario,

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: