Il cetriolo runico

Tornando a casa, ho parlato con E. Un mio caro amico che ogni tanto finisce su questo blog.

Io e E. abitiamo distanti e non ci vediamo quasi mai. Però le nostre vite seguono dei percorsi tortuosi che tutto sommato ci accomunano nostro malgrado. Siamo due sfigati. Tuttavia, stavolta, E. vince a mani basse. Al termine di uno scambio di battute, decidiamo un aggiornamento reciproco delle nostre vite via mail. Più comodo.

Devo dire che non ci ho capito niente. O quasi.

E., non so per quale losca ragione, lo scorso anno ha partecipato al rito del capodanno celtico con una maestra di falconeria. Non voglio approfondire i motivi per cui uno si dovrebbe trovare in una raduna sotto la pioggia a bruciare incensi e altre porcherie simili. Insomma, la sua guru gli fa estrarre una runa (se non sapete cosa sia, googlatelo) che gli predice una serie di faccende positive per l’anno. Ottimo il sesso, pare.

Ma E. è per l’appunto uno sfigato. Così tempo qualche  mese pesca una che, non solo ha l’uomo, ma è evidentemente psicolabile. Tira, molla, tira, molla alla fine E., che pure sperava in una trombamica, si ritrova a fare l’amante. E il supporto psicologico. Nell’ordine: lei lascia lui, si mette con E. ma poi ci ripensa perchè lui (l’ex) è affranto. Dai? Giura…L’hai cornificato, l’hai mollato e pensi che stia giocando a ruzzico a casa col sorriso?  Ora, ci sarebbero tante soluzioni semplici. Tipo “Ma perchè non te ne vai subito a fanculo?” ma E. decide di percorrere tutte le strade che lo portano a sgretolare ciò che rimane della sua sanità mentale.  Cito testualmente: “Ad agosto il periodo peggiore: io il suo ascolto psicologico, l’altro la compagnia con cui uscire il sabato sera con gli amici. La cosa mi indisponeva terribilmente”.

E., come ti esprimi con delicatezza tu, nessuno. Perchè a me la cosa non avrebbe “indisposto” ma avrebbe fatto incazzare come una lince.

A settembre, il tragico epilogo. Morti, feriti e “vacagher” come se piovesse.

Il capodanno celtico, pare, si stia avvicinando di nuovo. In considerazione del cetriolo runico con cui sei stato iniziato, amico mio, io ti consiglio di chiuderti dentro casa e di mettere la testa nel camino.

Con il consueto affetto,

Lady B.

 

 

Annunci

2 responses to “Il cetriolo runico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: