Tutto intorno a te

E niente. Io odio il venerdì mattina nello stesso modo in cui amo il venerdì sera. Perchè il venerdì mattina ha scritto nel suo DNA che qualche rottura di cazzo rimasta sopita per tutta la settimana sta per cadere dal cielo. Sarebbe bello che si limitasse a cadere in testa ma, considerato il coefficiente invariabile di sfiga, la RdC cade per terra e rimbalza là, dove la schiena perde il suo onorato nome.

Quindi, venerdì mattina. Che già me so alzata sei volte durante la notte perchè non riuscivo a dormire, dovevo bere e, giacchè sei in piedi, non te li fai due passi pe’ casa? e poi quando finalmente riprendo sonno, suona pure la sveglia. Sempre alle 5.50 eh. E poi la metro, la stazione, il treno. Il treno. Io devo capire perchè tutte le stazioni del mondo messe insieme non riescono a concentrare il gradiente di schifo che se riesce a pescà a Termini. Che poi, no, mo se so inventati st’altra bella cosa. La stazione Termini ora se chiama “Termini Vodafone”. Come a dire “la merda tutta intorno a te”. Per festeggiare il lieto evento, che incide positivamente nell’economia del mio quotidiano con un coefficiente pari a -6, tutte le scale mobili della stazione sono rotte. Avete presente che significa? Cioè, noi non viviamo in Svezia, eh. Dove la gente fa le scale a piedi. Noi viviamo in Italia. E l’Italiano medio, se vede la scala mobile rotta, inizia a strapparsi i capelli e a farne una questione di Stato. Cioè, so morti 500 poveri cristi a Lampedusa? E vabbè. E’ rotta la scala mobile? Er dramma. La gente se fa venì le convulsioni, crea il cosiddetto “tappo” davanti alle scale e tu pensi che è morto qualcuno. E allora, ingenuamente chiedi “Ma che è successo?” e vieni aggredita dalla vecchia col carrello che brandisce un bastone. Che poi  qualcuno me deve spiegà perchè a Termini alle 7 del mattino de venerdì debbano girà vecchie col carrello che stanno a giocà a tresette co la morte.

Capace pure che ce arrivi al treno eh. Però potrebbe capitare che quando devi scende se siano rotte tutte le porte e allora devi chiamà in ufficio e dire “Guardate, non è che voglio arrivà tardi. Solo che se so rotte le porte del treno ,so bloccata dentro e so arrivata a Canicattì. Che me scalate lo stesso le ROL?” e magari il tuo capo te prende pe scema. O pe paracula. Vai a spiegà che trenitalia ha deciso de fatte fa un giretto per l’agro pontino. Che tra l’altro puzza pure de stallatico, co tutto il rispetto eh.

Vabbè. E venerdì. E domani pare che su Roma se abbatta un uragano.

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: