Scostatevi, vacche!

Beh, non che io voglia necessariamente fare polemica. TUTTAVIA ritengo opportuno fare una doverosa precisazione.

Dopo 8 ore (forse 9, la questione non ha molto rilievo) di lavoro, faccio per tornare a casa. Tra me e casa si frappone Trenitalia, come noto. Oggi però era una giornata speciale quindi, oltre a Trenitalia che si scusava per il disagio con una cadenza regolare di 3 minuti per ogni 75 di ritardo, si sono aggiunti i Forconi. Che io non c’ho proprio niente contro chi manifesta eh. Guarda, so pure contenta che dici la tua. Ma perchè devi dirla sui binari del mio cazzo di treno?

Dunque, ore di ritardo, treni soppressi, Trenitalia che se scusa, i forconi che si infilzano e io, che con il mio solito charme, alla fine salgo su un Intercity che ricordava manco troppo vagamente un carro bestiame. Potrebbe concludersi così la lieta vicenda. Ma no. All’orrore si aggiunge il surreale, come nei quadri di Bosch.

Parlerò in terza persona. Per conferire al tutto un tono più drammatico.

Lady B. sale sul treno e, casualità, trova uno scompartimento vuoto. O meglio, con un unico posto vuoto. Canta al miracolo, poichè dal treno tracimano le persone come le tracine dai secchi. Entra e si accomoda. Capendo immediatamente la ragione del vuoto. Un fetore nauseabondo le attanaglia le nari. Alza lo sguardo e vede un individuo che chiameremo per comodità UcP (Uomo che Puzza), accanto a UcP uno che, si perdoni la trivialità ma ahimè è necessaria, chiameremo lo Scoreggiatore e accanto a lei uno che, per motivi che si spiegano da sè, chiameremo lo Scaccolatore. UcP era impegnato a puzzare, gli altri due a prodigarsi nelle attività che facilmente si immaginano. Lady B. è notevolmente contrariata e vorrebbe uscire dallo scompartimento ma purtroppo non può. Vede cristiani schiacciati ai vetri che implorano di entrare per sedersi, segno inequivocabile di treno pieno. Si rassegna quindi, e si tura il naso. Ma c’è sempre qualcosa che aggiunge peggio al peggio. Lo Scaccolatore, che per tutto il periodo era impegnato a produrre palline del suo Io per poi spargerle a piene mani sul sedile, insorge. UcP puzza veramente troppo. Dunque scoppia una piccola rissa. Che poi concettualmente ci potrebbe pure stare. Odori di guano di condor, mettiti sul tetto del treno. Ma la protesta portata avanti dallo Scaccolatore risulta fuori luogo. Egli ha coperto il sedile di materia organica. E’ un po’ la storia di quando il bue fa notare le corna all’asino. Per fortuna interviene lo Scoreggiatore. Rimasto silente per tutto il tempo della querelle, forse perchè impegnato a parlare con altri pertugi, si alza e con fare autoritario dice: “Scostatevi, vacche! Voglio uscire da qui!” Si alza e esce, calpestando ovviamente tutti coloro che stavano attaccati al vetro. Le vacche, Scoreggiatore e Scaccolatore, rimangono in silenzio. Lady B. assunta la parte del mandriano, esce dallo scompartimento e cerca di raggiungere l’uscita. Parolacce pronunciate in ciociaro in dissolvenza.

“Il treno intercity X diretto a Roma Termini arriverà con 173 minuti di ritardo. Trenitalia si scusa per il disagio”

Vabbè, era solo pe ringrazià Trenitalia. E forse pure i Forconi. Ma solo perchè è quasi Natale, altrimenti c’avrei un posto da suggerire per inserire il disagio.

Lady B.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: