Armamose! [e partite]

Che poi non è mai colpa de nessuno eh.
O meglio, è tutta colpa di quello stronzo dell’operaio che c’ha la famiglia monoreddito e che deve pagà il mutuo.
Essì eh. Ma chi te lo ha detto a te, operaio, che te potevi fà na famiglia, pensà d’avè ‘na casa e, soprattutto, operaio, chi te l’ha detto che potevi mette al mondo delle creature?
No perchè sei veramente un po’ poco lungimirante operaio.
Perchè tu devi venì a lavorà, te ce devi spaccà i denti in azienda. Però in silenzio, a testa bassa. Senza protestà.
Perchè, operaio, devi ringrazià che c’hai il presidente che te fa magnà.
Tutti a ringrazià de sti mille euro, tutti. Perchè oggi ce sta la crisi. Trovalo uno che te paga addirittura mille euro.
E se fai notà che tu pe avè mille euro lavori dieci ore al giorno, non becchi un centesimo de straordinario e manco te autorizzano a andà in ferie, è capace che te rispondano “Meraviglioso!” ma solo perchè hanno fatto tutti un corso de bon ton, altrimenti avrebbero risposto “E sti cazzi?”
Che poi, vaglielo a dì al presidente che a te quei due spicci te servono pe pagà le spese mediche di uno dei ragazzini che non sta tanto bene e che per arivà a fine mese devi fa i salti mortali e ogni tanto te auguri proprio de morì perchè non je la fai più. E che è colpa del presidente?
Ennò. La colpa è solo tua, ingrato de operaio. Che c’hai le mani bucate.
E sei pure un po’ ingenuotto perchè ancora non hai capito, caro operaio, che se chiedi aiuto a tutti quelli che paghi perchè te diano una mano, quello che otterrai sarà un bel calcio in culo pe la discesa.
Perchè, dopo che avrai fatto notare che te sembra un po’ strano che manco te paghino a fine mese, loro tutti, dall’alto delle loro sigle, ti diranno: “E’ vero! C’avete ragione. Non ce ne eravamo accorti. Armamose! Armamose!”
E tu, che ancora pensi che l’etica conti qualcosa perchè t’hanno insegnato che la dignità e la correttezza vengono prima de tutto, ce credi. E urli “Armamose! Armamose!”
E tutti i tuoi amici operai urlano “Armamose! Armamose!” e tutti iniziate a corre pe fa valè i vostri diritti, convinti d’esse seguiti da quelli che ve devono tutelà.
Che però stanno ancora seduti. E ve salutano co la manina, urlando “Armamose! Armamose!”, aggiungendo piano piano “Armamose e partite.”
E’ vero, non è mai colpa de nessuno, soprattutto dell’animadelimortacciloro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: