“Riso, come un soriso, risaia…” [cit.]

E niente.
Dopo aver passato una settimana nel pieno delle mie difficoltà mentali, oggi mi sono seduta. Seduta sulle ansie e sui problemi che poi non sono mai dei veri problemi ma solo dei sassolini nelle scarpe.

Mi sono seduta, ho chiuso gli occhi e ho fatto un respiro. Volevo vedere cosa sarebbe successo dopo. Ed è successa una cosa stranissima. Perchè dal fondo del mio stomaco è salito un brividino che poi è passato lì, dalle parti del cuore e si è ingrandito. E’ salito ancora un po’, fino alla gola ma non è diventato un groppo. E’ salito ancora, fino agli angoli della bocca, e si è tramutato in un sorriso. Il sorriso liberatorio.

Di quelli che sconfiggono le ansie, le paure e gli immobilismi.
Di quelli con cui si vincono le guerre.
Il sorriso dei conti alla rovescia e dei dadi tratti.
Il sorriso che conferma le decisioni.
Il sorriso che cambia la vita.
Il sorriso che mai pensavo sarebbe stato il mio sorriso.

Quindi, va bene.

Lady B.

Annunci

One response to ““Riso, come un soriso, risaia…” [cit.]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: