Il profumo del lunedì

Ci sono dei periodi che sembrano non passare mai.

Quando aspetti tantissimo una cosa, ad esempio. Che vorresti proprio che il tempo che manca per raggiungerla si polverizzi e tutto quello che c’è in mezzo si tolga, per l’appunto, di mezzo e ti lasciasse in pace.
Che già di per sè questo sarebbe un bell’aiuto. Perchè fare delle crocette sui giorni del calendario non è che faccia scorrere prima delle giornate apparentemente tutte uguali.

Il bello di questi periodi è che ci si mettono pure delle ulteriori faccende a renderli densi e interminabili.

Tipo il lunedì. A lavoro. 37 gradi in stanza, col condizionatore fuori uso, una pila di scartoffie da compilare e una signora di cui, a distanza di mesi, ancora non hai capito l’inquadramento nell’organigramma, che si ostina a concimare con del guano di rondinone un’orribile pianta che sospetti essere carnivora.

E tutto, scartoffie comprese, assume un odore caratteristico.

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: