La chiamavano bocca di rosa

Oh beh.

Sono approdata nel mondo di Instagram. Pare che avessi un account da anni ma che fosse impostato in modo tale da essere completamente privato. Come al solito, a me il 2.0 crea qualche problema. Sblocco il profilo e inizio a usarlo.

In un impeto di creatività, pubblico la foto di un biscotto. Un canestrello eh. Quello del supermercato, mica una faccenda da gourmet. E compare un cuoricino. Clicco per capire meglio che voglia dire.
Insomma esce fuori che subito una mi segue. Una follower. Spesso nelle sue foto compare l’hashtag “bocca di rosa”.

E vengo assalita dal solito dubbio.
Sta faccenda di doversi fare le foto mettendo la bocca a culo di gallina, per di più chiuse in un cesso, la trovo misteriosa. Qual è il valore aggiunto?
La tipa avrà un 10.000 seguaci, in maggioranza uomini. E magari si limitasse a fotografare la bocca.
Scorro le foto rapidamente.
Alla centesima foto di parti che dovrebbero rimanere coperte, anche per via di una storia di cellulite fuori controllo, torno al mio canestrello.

Credo la chiamassero bocca di rosa perchè “mignottone” pareva brutto.

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: