Dirty what?

A Delhi c’è una pasticceria francese. O meglio, c’è una panetteria franco-indiana che, per fortuna, è abbastanza distante da casa altrimenti io passerei lì un po’ troppe ore e sicuramente non a guardare i passanti.

Ogni tanto comunque ci vaIMG_5767do. Quelle 3 o 4 volte alla settimana che mi consentono di vanificare tutti gli sforzi fatti in palestra. C’è un baffuto commesso in questa pasticceria. Ha dei baffi incredibilmente lunghi e sorride spesso. Si è messo in testa che con me deve parlare italiano.

“Ciao Madame”
“Namastè!”

E poi passa ad elencarmi le novità della pasticceria.
Devo dire che non c’è proprio niente di esaltante in questo racconto.

 

Comunque l’altro giorno, con il dovuto tatto, ho cercato di fargli pronunciare correttamente “biscotti con fico”. Perchè mi sembrava scorretto fargli notare che, con il suo sorrisone baffuto, stava producendosi nell’apoteosi del dirty talking.

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: