Special Lotion!

Sono un po’ raffreddata.
Ovviamente, anche questa volta, ho accolto il raffreddore con i riguardi di una tubercolosi e ho passato mezza giornata a guardare su internet i sintomi della TBC per poi decidere che fosse più sensato andare a cercare uno sciroppo per la tosse.
Passerò sopra al mio colloquio con il farmacista che, per per buoni 10 minuti, ha cercato di rifilarmi delle prodigiose pasticche all’aglio. SicuramentFeatured imagee miracolose, anche nel caso in cui avessi deciso di fare fuori il mio partner nel sonno.

La buona Arti oggi mi sente tossicchiare. “Madame. Changing season. Ecco perchè hai la tosse” [per chi non conoscesse la brutta storia del “changing season”, rimando al post precedente].
Ne prendo atto e continuo a compatirmi.
Nel bel mezzo della mia autocommiserazione, torna Arti. “Ti ho preparato un rimedio potente contro il raffreddore. Vieni in cucina”.

Vado. E trovo un enorme pentola fumante e un asciugamano. “Steam!” dice soddisfatta. I suffumigi, penso con malcelata angoscia. “Forza Madame. Metti la testa sotto l’asciugamano e dai una bella aspirata.”

Non menzionerò il fatto che non avevo tolto gli occhiali, provocandomi così un’ustione di primo grado intorno agli occhi con conseguente liquefazione di tutto l’umor vitreo. Faccio come dice e sento un dolore lancinante alle pupille. Come se mi stessero trafiggendo con un milione di spilli. Subito dopo un sinistro odore mentolato mi arriva dritto al cervello. Sento che sto per accasciarmi sulla pentola. “Arti…ma cosa hai messo in questa pentola?” “Special lotion!” Ho gli occhi gonfi e lacrimanti ma ancora sufficientemente aperti per rendermi conto del dramma. La “special lotion” altro non era che il dopobarba al mentolo dell’unico uomo di casa. “Arti, ma è dopo barba!” “No madame. E’ una special lotion. Ti senti meglio?” Vorrei tanto dirle che mi sento morire, ma mento spudoratamente e le dico di si. Che sto benissimo. Mi fa sedere su una sediolina e mi dice “Ora rilassati.” Che non è facilissimo, considerato che i miei occhi trasudano dopobarba. Li chiudo e appoggio la testa allo schienale della sedia. E mi sento avviluppare il viso da una sostanza appiccicaticcia. Non chiedo nulla. Lei mi continua a massaggiare la testa, le spalle e gli occhi. Poi mi dice “Vedi? Stai guarendo! Fai anche la schiuma!” Faccio che?! Apro gli occhi e vedo tutto nebbioso e opaco. Sto diventando cieca, oltre che tubercolotica. Mi passo una mano in faccia, che in effetti è coperta di schiuma. Sarà una fuoriuscita del maligno? Corro in bagno. La faccia viola, piena di schiuma biancastra. Manca solo che inizi un turpiloquio in latino. Mi raggiunge soddisfatta in bagno. “Guarda che bel colorito che hai! Ho usato la special lotion ayurvedica” Mentre apro il rubinetto per sciacquarmi, faccio un’ulteriore agghiacciante scoperta. La special lotion ayurvedica altro non è che la schiuma da barba del summenzionato uomo di casa. Arti se ne va, io mi lavo la faccia disperatamente.

In tutto ciò, si fa ora di pranzo. Rientra colui con cui condivido la vita e la schiuma da barba. “Hai uno strano colore” dice “e puzzi anche un po’”
Vorrei percuoterlo con qualcosa ma non posso. Sfoggia un’arma pericolosissima. Quel sorriso che, dandomi un pizzichino sul cuore, mi fa dimenticare di avere ancora tutto il collo pieno di schiuma.

Lady B.

Annunci

2 responses to “Special Lotion!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: