“E’ solo un maschio”

Come accennato più volte, per sopravvivere in India ci avvaliamo di una presenza indispensabile. Arti. Arti è una signora di età indefinita che ci risolve ogni problema. E, devo dire, i problemi di qui possono essere veramente peculiari. Tipo “Madame, ci sono delle scimmie che si stanno rubando l’immondizia”
Arti si accompagna al marito. Un signore smilzo che dovrebbe coadiuvarla nella soluzione dei problemi e che, invece, fa delle cose di sindacabile utilità.Featured image
Quando per casa si sentono dei rumori strani e Arti vede che io inizio a preoccuparmi, mi rassicura con la solita frase “Non preoccuparti Madame, è solo Chander.” Il marito, appunto.

Un giorno ho preso la fatale decisione di fare delle pulizie a fondo. Armata di stracci e ammoniaca, stavo a carponi per terra, sudando e sbuffando come un muflone. Chander, lungi dal volermi disturbare, si aggirava per casa con una pezzuola umida dicendo, in una lingua tutta sua poichè non parla bene inglese, che faceva molto caldo.
A quel punto, presa da un moto di stizza, gli chiedo il favore di dare una bella pulita ai ventilatori in cucina che, non essendo mai stati lavati, sprizzavano unto come quelli di una friggitoria palermitana.
Per evitare incidenti, gli porgo anche un paio di spugnette imbibite di detergente e una scala dell’altezza di due metri.

Poi torno ai miei strofinacci. E addirittura fischietto un motivetto allegro, dimenticandomi che potrebbe abbattersi una tragedia sulla casa.
Tempo 10 minuti sento un rumore sinistro. “TOC – TOC – TOC”. Sempre uguale, ripetuto. “TOC – TOC – TOC”. Penso che potrebbe essere il gatto, magari intento a sgangherare qualche mobile. “TOC – TOC – TOC” Niente, il gatto dorme placido. “TOC – TOC – TOC”
Sento d’improvviso il sangue che mi si gela nelle vene. Vado in cucina, pronta al peggio.
Ma visto che al peggio non c’è mai fine, quello che vedo, supera la mia immaginazione.
In cucina la scala è stata messa in un angolo. Al suo posto, al centro della stanza, troneggia uno sgabello. Sopra il quale è stato appoggiato un panchetto, sopra al quale, in una posizione orridamente precaria, c’è Chander. Il quale, non pago di tutti gli sforzi compiuti per confutare la legge di gravità che a breve lo avrebbe fatto cadere rovinosamente per terra, ha un braccio alzato come la Statua della Libertà. A differenza della suddetta statua, tuttavia, lui stringe in mano un piumino per la polvere che viene fatto incastrare tra le pale di un ventilatore acceso alla massima potenza.
Immaginandomi coperta del sangue di una mano che sarebbe stata tranciata di netto, spengo il ventilatore e gli chiedo che diavolo stesse facendo.

“Clean Madame.”
“Clean?! Ma stai cercando di morire o cosa?”
“No, non sto cercando di morire. Sto pulendo il ventilatore! Così si fa prima!”

Mentre cerco qualcosa di appropriato da dire, entra Arti.
Chander è ancora sul panchetto, appoggiato allo sgabello, con il suo piumino.
Lei gli dice qualcosa in hindi, lui scende rapidamente.
Dopodichè lei gli molla una scopettata sugli stinchi.
“Madame, però anche tu hai sbagliato. Gli hai chiesto di fare una cosa molto complicata. In fondo Chander è solo un maschio”

Si fa sera e la mia metà migliore torna a casa. “Certo che questo pavimento è tutto macchiato” dice sorridendo.
Vorrei tanto prendere in mano la scopa castigatrice di Arti per spiegargli con le buone che quel pavimento, a lungo strofinato dalla sottoscritta, avrebbe potuto essere l’ultimo giaciglio di una mano mozzata ma lascio perdere. In fondo, nonostante le sue qualità, anche lui è solo un maschio.

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: