Il ventre dell’India

E’ un paese duro, contraddittorio. Faticoso.
E’ l’ombelico del mondo, il suo alfa e la sua omega. E’ un Paese in cui il fluire del tempo è denso, scandito da un ritmo diverso, quasi doloroso. Un ritmo interiore che non sempre si fonde con il vortice esterno in cui ti risucchia la giornata. E questa mancata combinazione dell’eFeatured imagesteriorità con le dinamiche interiori renderanno l’India un universo di cui non tutti vorranno essere parte.
Un turbinio di odori violenti, colori contundenti, suoni assordanti. Così diverso dal resto che sembrerà di vivere in una realtà parallela.
Eppure c’è una chiave per iniziare a capirla. E questa chiave è nella danza classica.
La danza classica indiana è un’esplosione di potenza, di grazia e di ritmo. E’ la definizione dell’India stessa.
E, dunque, se decideste di venire a visitare questo continente, l’unico consiglio che riesco a darvi è quello di assicurarvi la presenza ad almeno uno di questi spettacoli. Forti, contraddittori, amaramente dolci, sacri e al contempo profani. Lasciatevi ipnotizzare dalla bellezza della mimica facciale delle ballerine, dai loro movimenti e dai loro gesti dentro cui si nascondono simbologie millenarie. Lasciatevi stordire dal suono dei campanelli legati alle loro caviglie, con i quali scandiscono il tempo. Il tempo della danza che poi è il tempo della vita. Lasciatevi portare in un’altra dimensione, in cui non esistono margini ma solo delle vibrazioni che dal centro dell’essere si irradiano a 360 gradi infondendo una straordinaria energia.
Osservatele mentre, con il sorriso, battono con forza i piedi a terra facendo schioccare le palme contro il legno del palco. Fate vostro quel suono. Un suono doloroso ma al contempo gioioso. Rinascita e innalzamento dell’essere. Poi chiudete gli occhi e ascoltate. Diventate parte di uno spettacolo che è di molti ma che può assumere una dimensione molto intima.
Poi uscite all’aperto. In mezzo alla folla. Una folla colorata, disordinata, rumorosa. Uscite in queste strade con degli alberi dalle fronde talmente verdi da essere irreali e forse si, forse riuscirete a capire che cosa significa vivere in India.

Lady B.

Annunci

One response to “Il ventre dell’India

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: