Never Abbozzing People

Dunque circa due mesi fa, il nostro proprietario di casa ci fratta. Senza troppi complimenti, di cui del resto facevamo a meno, ci comunica che dobbiamo trovare un’altra soluzione per evitare di andare a vivere sotto i ponti dello Yamuna.

E quindi, con 50 gradi all’ombra, parte una ricerca spasmodica dell’appartamento che si conclude proprio appena prima delle nostre vacanze in Italia.
Grande entusiasmo verso la nuova casa, sordido rancore verso il vecchio proprietario che, comunque, si meritava una punizione per lo sfregio perpetrato.

E così il vendicatore del mio cuore e io ci siamo messi a pensare lungamente a cosa potevamo fare per lasciare il segno. Le idee partorite in realtà non erano molto fantasiose: un muro di gomme da masticare dietro l’armadio, una patata marcia nell’intercapedine, sabotaggio di tutte le lampadine, pipì di gatto negli angoli. Cose così, che in ogni caso denotavano grande maturità.
Poi un pensiero fulmineo. Nella patria del karma, se fai qualche cattiveria vieni punito subito. Non si scampa.
Quindi tanto vale rigare dritto e abbozzare allo sfregio subito.

Il giorno del trasloco si avvicina e, contestualmente, è arrivato puntuale il monsone.
“Sai” dico “dovremmo far disgorgare i tubi…c’è uno strano odore di fogna.”
“Si, quando arriva il monsone è sempre così. Chiamiamo l’idra….”

Silenzio. Sguardi complici.

“No. Non chiamiamo nessuno.” prosegue il sabotatore con cui condivido il tetto. “Lasciamo che la natura faccia il suo dovere.”
Ovvero, distrugga la casa.
Sospendiamo ogni attività di manutenzione, in questo periodo assolutamente necessaria per evitare che marciscano le fondamenta.

Tempo una settimana molti fenomeni hanno iniziato ad abbattersi su di noi.
L’odore di bidonville sta conquistando i gabinetti ma, ovviamente, non verrà chiamato alcun idraulico. Poichè non possiamo abbozzare.
Le formiche, forse attirate dal cibo del gatto, si stanno affacciando nello studio ma non vengono sterminate. Perchè non possiamo abbozzare.
Il condizionatore della camera da letto perde acqua. E la perde a garganella proprio in corrispondenza del mio lato del letto. Ma non verrà riparato poichè non possiamo abbozzare.
Nella camera degli ospiti si sta ammuffendo una parete perchè c’è un’infiltrazione d’acqua ma, per quanto il gatto giochi a ramino con muschi e licheni, nessuno sistemerà la perdita. Perchè non possiamo abbozzare.
Da ultimo, un esercito di scimmie, capeggiato da uno scimmione cattivissimo che bivacca sul davanzale della finestra, si è installato in terrazzo. E poco importa che stia distruggendo tutte le lampade di carta di riso, che sparga l’immondizia a piene mani per tutte le scale e faccia un baccano indiavolato alle 3 del mattino. Nessuno li caccerà dal terrazzo. Perchè non possiamo abbozzare.

Io non so se questa strategia del “never abbozzing” darà i suoi frutti nel lungo periodo e farà capire al vecchio proprietario di casa che siamo cattivissimi e dei veri duri. So per certo che il karma non ci punirà. Ci stiamo già punendo da soli autoinfliggendoci le piaghe d’Egitto.
E ora scusate, ma devo aprire l’ombrello perchè mi piove in testa ma non posso chiamare il carpentiere.
NON ABBOZZIAMO MAI.

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: