Cipolle, cipolle come se piovesse.

Qualche tempo fa sono andata con Satish a fare la spesa.
Nel senso che mi ha portato in un posto che “Madame, questo è proprio il posto meglio per fare la spesa in tutta Delhi”

Al che, visto che nel meglio posto di Delhi da sola non ci sarei mai riuscita ad arrivare, lui si è offerto di accompagnarmi.

“Madame, te ti fai la spesa tua, io mi faccio la mia”.

Ok, andiamo.

Vorrei solo dire che per arrivare al meglio posto di Delhi, abbiamo superato due discariche e un paio di templi pieni di mucche.

“Satish, perchè ci sono le mucche nel tempio?”
“Madame, che domande. Le mucche stanno nel tempio perchè quello è il posto loro. In Italia non ci sono mucche nei templi?”
“Mh. No. Boh. Non lo so. Non è che a Roma si vedano molte mucche in giro”
“Oh.”

Rimaniamo un po’ in silenzio.

“Madame, il mercato è pieno di mucche. Però è anche pieno di cose che si vendono al mercato.”
“Tipo?”
“Tipo le motoseghe”
“Io pensavo di comprare delle mele…”
“Trovi anche quelle. Però anche le motoseghe”

Ogni tanto credo che queste conversazioni si svolgano in un universo parallelo.

Arriviamo finalmente in questo mercato.
Satish ha il pieno controllo della situazione e si destreggia tra fango, buche, venditori di pialle arrugginite e banchi di frutta.
Io sembro uscita da Malagrotta che, per chi non lo sapesse, è la meglio discarica di Roma.
Completamente coperta di melma, mi avvicino a un banco che vende aglio e cipolla. Solo aglio e cipolla.

“Una testa d’aglio e tre cipolle”
“Tre chili?”
“No, tre pezzi”
“Sicura?”

Mi inizio a innervosire e, per fortuna, interviene Satish

“Si si, dalle solo tre cipolle, poverina.”

Ahò poverina a chi?

“Madame, ma che ci fai con tre cipolle?”
“Ci mangio per una settimana…”
“Madame, scusa se te lo dico, ma povero Sir. Tu devi cucinare veramente male…”
“In che senso?”
“Nel senso che mia moglie con tre cipolle ci condisce solo lo yogurt. Vedi? Io ne ho comprati sei chili.”

Rimango sulle mie posizioni: ne voglio solo tre. Sei chili di cipolle mi sembrano comunque troppe.

“Madame, ti dò un consiglio. Se vuoi che Sir ti sposi, vai giù di cipolla.”

“Dieci chili, prego!”

Lady B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: